Cenni storici

previous arrow
next arrow
Slider
La “Alimentazione Mediterranea” è stata presa in considerazione negli anni '50 dallo scienziato americano Ancel Keys che, giunto nel Cilento, aveva osservato nelle popolazioni del Sud Italia una minor incidenza di alcune malattie rispetto agli abitanti degli Stati Uniti.

Intraprese una ricerca confrontando le abitudini alimentari di un campione di persone residenti in paesi diversi: Italia, Giappone, Stati Uniti, Iugoslavia, Olanda, Grecia e Finlandia.

ancel keysFurono prese in esame 14.000 persone di età tra i 40-59 anni, suddivise in 14 campioni.

Lo studio, mai condotto prima nel campo della Nutrizione, il “Seven Countries Study”, confermò la relazione tra la dieta seguita e l'incidenza di alcune malattie. Quanto più l'alimentazione dei soggetti esaminati si allontanava dagli schemi mediterranei, maggiore era l'incidenza di alcune patologie.

Ancel Benjamin Keys (Colorado Springs, 24 gennaio 1904 – Minneapolis, 20 novembre 2004) è stato un biologo e fisiologo statunitense, noto soprattutto per i suoi studi sull'epidemiologia delle malattie cardiovascolari, che lo condussero a formulare le ipotesi sull'influenza dell'alimentazione su tali patologie e sui benefici apportati dall'adozione della cosiddetta dieta mediterranea, da lui coniata.
Per ulteriori informazioni contatta la Dott.ssa Laura Casagrande